Modus Operandi

Lo scatto fotografico è il momento principale, il più delicato: ogni dinamica va anticipata e saputa cogliere al volo, il gioco di squadra diventa indispensabile per non perdere attimi importanti e per realizzare il servizio in REPORTAGE, di solito eseguito da due fotografi. Le immagini sono quindi selezionate e ridotte numericamente a circa un quarto del totale (6/800 scatti) per dare agli sposi l’opportunità di valutare le scene più importanti. Dopo la scelta delle immagini si definisce la tipologia dell’album, cui segue la fase di sviluppo e trattamento: valorizzazione dell’effetto luce, riequilibrio dei colori, passaggio al bianco e nero e foto-ritocco. Il lavoro prosegue nell’individuazione dei formati d’ingrandimento e nella scelta delle carte da stampa più appropriate allo stile delle immagini, sempre in base a quanto preventivamente concordato con gli sposi. Una verifica della corretta esecuzione delle stampe è indispensabile per poi passare alla realizzazione dell’album vero e proprio. Il montaggio delle fotografie, di solito, riguarda circa 100/120 immagini, con dimensioni variabili in base alle scene, all’album, ai costi.

matrimonio-modus-operandi